Il grande albero

 

Una fiaba moderna sull’amore, la natura e la continuità della vita. Il libro di cui tutti abbiamo bisogno.

La vita di questo albero, un abete, nato nel mezzo di una radura, all’inizio così piccolo e sottile da confondersi con l’erba, è una vita eccezionale, da subito diversa da quella dei suoi simili. Nell’arco della sua lunga esistenza incontrerà l’imperatore d’Austria Francesco Giuseppe, verrà toccato dalla principessa Sissi, rischierà di diventare un violino, ascolterà i sussurri degli innamorati e i versi dei poeti. E poi lascerà la radura dove è nato e conoscerà la vita di una metropoli, diventando l’albero di Natale di Piazza San Pietro a Roma. Ma Crik, uno scoiattolo dal pelo deliziosamente ramato, che abita tra le sue fronde, è determinato a salvare il maestoso abete da questo triste destino e farà di tutto per tornare insieme a lui nel bosco. A quanto pare però, l’unica persona in grado di aiutarlo davvero è quel puntino bianco che Crik vede affacciato a una finestra di un grande palazzo, quell’essere umano che tutti ascoltano in devoto silenzio: il Papa!

Una storia che ha il sapore di una fiaba moderna, in cui il grande albero diventa un osservatorio privilegiato da cui scrutare la realtà circostante, un occhio spalancato sul mondo, un orecchio sempre teso all’ascolto. Mentre le guerre si susseguono, la tecnologia fa la sua comparsa, spuntano i trattori, le motociclette, la radio a transistor, i fumi neri e l’odore della guerra, l’autrice qui racconta una storia di coraggio, di amore e amicizia in cui la continuità della vita vince su tutto.

Contattaci

stampa@mavico.it