Labirinto della Masone: Lo specchio di Borges

Aggiunte due repliche al nuovo spettacolo di Massimiliano Finazzer Flory, un percorso tra i meandri del Labirinto nel quale la distanza tra gli spettatori si fa parte integrante della drammaturgia

Labirinto della Masone – 6 settembre, ore 19 e 20.30

Download

Due nuove repliche de Lo specchio di Borges sono state previste per domenica 6 settembre, rispettivamente alle ore 19 e alle 20.30. Lo spettacolo inedito, realizzato per la regia e l’interpretazione del noto drammaturgo Massimiliano Finazzer Flory, si propone come un vero e proprio ‘viaggio’ a tappe all’interno del labirinto di bambù e della grande corte centrale, alla scoperta dei racconti di J.L. Borges ripercorsi attraverso la narrazione del grande autore argentino stesso, impersonato da Finazzer Flory.

La performance, già punto d’arrivo del calendario di eventi estivi dal titolo Storie Prodigiose, ha debuttato in due turni il 21 e il 28 agosto, raccogliendo un vasto consenso del pubblico. Il rapido esaurimento dei biglietti disponibili, unito alla volontà di assolvere alle molte richieste di prenotazione ricevute, ha dunque portato alla decisione di aggiungere una nuova data, per un totale di due repliche straordinarie.

Fin dalla nascita del sogno del Labirinto, Franco Maria Ricci ha sempre sottolineato come il suo rapporto con il grande scrittore argentino, che fu suo amico e collaboratore (per lui diresse la collana “La biblioteca di Babele”), sia stato cruciale nella decisione di creare il Labirinto: a partire da questa suggestione, lo spettacolo porta dunque in scena l’incontro tra due uomini (dai capelli grigi e dagli occhi grigi l’uno, che racconta di essere Borges o di averlo conosciuto così bene da essere lui stesso diventato il suo specchio, vestito di nero l’altro) che, perduti in un labirinto, si ritrovano infine grazie al labirinto stesso. Accompagnati dalle note del tango di Astor Piazzolla eseguite dal Maestro Sergio Scappini, gli spettatori sperimenteranno l’incontro tra letteratura e labirinto in un’atmosfera che si carica di incanti e misteri derivati dagli intrecci tra il luogo e la narrazione. La distanza tra l’attore, il musicista e gli spettatori sarà segnata da grandi lettere, evocando la fantasia borgesiana della infinita Biblioteca di Babele e trasformando così le regole del distanziamento in un gioco letterario, performativo.


Informazioni e biglietti
Labirinto della Masone
Strada Masone 121, Fontanellato, Parma
Tel. 0521827081
Mail: eventi@francomariaricci.com
Biglietti disponibili a breve su https://shop.francomariaricci.com/