Storytel: In un anno triplicato il catalogo italiano

Se ascolti è sempre un’altra storia: per il suo primo compleanno Storytel Italy lancia una campagna di comunicazione dedicata all’importanza e alla bellezza dell’ascolto

Download

In questi giorni la svedese Storytel ha spento la sua prima candelina italiana e per festeggiare lancia un progetto di comunicazione che si svilupperà durante i prossimi mesi e che ha al centro l’importanza dell’ascolto. Ascoltare è anche e soprattutto un modo per re-imparare a dare la giusta attenzione alle opinioni e alle argomentazioni diverse dalle nostre: Storytel non crea semplicemente audiolibri, crea storie. E una storia, quando viene raccontata correttamente, non è mai solo una sequenza di parole: è una narrazione in grado di farci vedere mondi nuovi e, spesso, di arricchirci di conoscenza.
 
CAMPAGNA
Nasce seguendo questo filo rosso la campagna di comunicazione ideata in collaborazione con Dude: in un contesto sociale sempre più disattento, in cui sono l’individualismo e l’aggressività a farla da padrone, l’intento di Storytel è di spendersi per riportare l’ascolto dell’altro al centro del rapporto tra le persone. E lo fa promuovendo l’ascolto di storie, perché ascoltare un audiolibro o di un podcast non sia soltanto un modo alternativo di leggere, ma anche una nuova possibilità di intrattenimento costruttivo.
Diversi i soggetti che saranno protagonisti di questa campagna, che vedrà sempre e comunque protagonisti gli audiolibri, come veicolo di un messaggio sociale: “Se ci dicono di stare zitte, è il momento di farci ascoltare”, a partire dal “Manuale per ragazze rivoluzionarie” di Giulia Blasi (Rizzoli) su Storytel. “Per mettere a tacere la Mafia, ascolta chi non ha paura di parlarne.”, ad esempio con l’ascolto de “L’agenda rossa di Paolo Borsellino” di Giuseppe Lo Bianco e Sandra Rizza (Chiarelettere).
 
La campagna partirà dal primo luglio con OOH sulla città di Milano – con una station domination nella fermata Loreto, oltre a centinaia di affissioni in giro per la città.
 
Tra gli sviluppi di questa campagna anche una grande installazione in Piazza XXV Aprile a Milano, dal 12 al 18 luglio: sono stati scelti alcuni temi sociali "caldi" per il panorama italiano e internazionale, a ognuno di questi è stato associato un oggetto simbolico e un audiolibro o podcast che racconti il tema, dando la possibilità a tutti i visitatori di ascoltare tracce del catalogo Storytel. Per ogni oggetto un nuovo significato e una nuova opportunità: quella di raccontarsi e raccontare una nuova storia. Un pezzo di legno di un barcone impiegato nell’immigrazione clandestina associato all’ascolto di “Furore” di John Steinbeck (Bompiani) può raccontarci la storia di che cosa voglia dire oggi essere un migrante; un comune outfit femminile può raccontare la preoccupante situazione dei femminicidi in Italia e nel mondo, attraverso le parole di Stieg Larsson in “Uomini che odiano le donne” (Marsilio); una mazza proveniente da un corteo di estrema destra racconta invece il riemergere di pezzi di storia di nuovo attuali, e lo fa con Antonio Scurati e il suo “M. Il figlio del secolo” (Bompiani).
 
CATALOGO
Nei 365 giorni appena trascorsi la prima piattaforma europea di audiolibri e podcast ha confermato il suo ruolo di primo piano nel mercato editoriale nazionale, costruendo di giorno in giorno un catalogo di podcast e audiolibri arrivato a contare, ad oggi, oltre 65.000 titoli in inglese e circa 4000 in italiano, tra i quali molti in esclusiva. Oltre a 60.000 ebook in lingua inglese che è possibile leggere direttamente dall’applicazione.
 
Un’offerta che si arricchisce ora anche della lingua spagnola con 3000 titoli e che rispecchia il valore della varietà linguistica da sempre alla base dello spirito internazionale di Storytel. Tra i titoli disponibili nel catalogo spagnolo: Dan Brown, "Origin"; Fernando Aramburu, "Patria"; Eva Garcia Saenz de Urturi, "El Silencio de la ciudad blanca".
 
Molto più di audiolibri: l’attenzione di Storytel rivolta alla ricerca di contenuti sempre nuovi ha portato allo sviluppo di un’offerta a 360 gradi. Dai podcast originali sui temi di più stringente attualità – Da Costa a Costa, Ordinary Girls, Il caso non è chiuso, Cinesi d’Italia –, alla collaborazione con il Corriere della Sera, passando per gli esclusivi Originals, vere e proprie serie di fiction in formato audio che debutteranno con i primi due titoli il 16 luglio. Un impegno nella ricerca e nel miglioramento continui che si riflette nel successo dei numeri. Ma il fenomeno del momento sono certamente i podcast, che hanno ampliato il catalogo di Storytel e le tipologie di abbonati, raggiungendo persone non immediatamente interessate al formato audiolibro ma attratte da contenuti di attualità e più brevi.
 
Nel primo anno, il catalogo italiano di Stoytel è triplicato. Molto interessante il dato relativo al numero di titoli ascoltati al mese, cresciuto da 1,8 a 2,3, dimostrando un particolare indice di affezione al mondo dei contenuti audio. Gli ascoltatori di Storytel hanno “consumato” 600.000 ore di contenuti, metà delle quali nei generi della narrativa e dei classici. Thriller e crime rappresentano quasi un quarto degli ascolti. Importanti anche i generi saggistica e sviluppo personale. La crescita più significativa, con un incremento del 30%, è data però dal catalogo bambini, grazie anche all’attivazione del “Kids Mode” (una funzionalità esclusiva della applicazione Storytel, che permette di attivare, con un solo account su un secondo device, un profilo riservato al catalogo bambini).
 
Marco Ferrario, Country Manager di Storytel Italy: “Storytel è arrivata in Italia un anno fa portando con sé tutta l’esperienza di un grande gruppo presente in 17 Paesi al mondo, con nuovi lanci previsti entro il 2019, tra cui Brasile e Corea del Sud. Durante quest’anno abbiamo raggiunto traguardi molto importanti superando gli obiettivi che ci erano stati assegnati. Guardiamo in avanti certi che la nostra applicazione, che migliorerà sempre più, continuerà a incontrare la passione degli amanti di podcast e audiolibri. Da quando abbiamo lanciato Storytel in Italia ci siamo resi conto che l’ascolto non è puro intrattenimento, ma un valore importantissimo. Se gli italiani reimparassero ad ascoltare potremmo vivere in un Paese migliore, più attento alla voce delle persone che lo abitano. Riappropriamoci di un tempo prezioso: quello dell’ascolto. Un messaggio forte che lanceremo nella nostra campagna estiva.”
 
Storytel è il principale servizio di streaming di audiolibri e ebook del Nord Europa, offrendo l'ascolto e la lettura senza limiti di oltre 200.000 titoli a livello globale. La nostra missione è rendere il mondo un luogo più empatico, ricco di grandi storie che tutti possano condividere e apprezzare, ovunque e in qualsiasi momento. Storytel è una piattaforma che offre servizi digitali e un editore. L'offerta commerciale propone abbonamenti in streaming per audiolibri ed ebook con i marchi Storytel e Mofibo. Il lavoro editoriale di Storytel è sviluppato attraverso le case editrici Norstedts, Massolit, StorySide, Printz Publishing, People's Press, Rabén & Sjögren, B.Wahlströms e Norstedts Kartor. Dal gennaio 2019 Ztory, servizio di streaming read-all-you-can dedicato a giornali e riviste, è entrato a fare parte di Storytel. Storytel opera in 17 mercati in tutto il mondo e ha sede a Stoccolma, in Svezia.