Erickson: Figli imperfetti di Heidemarie Brosche

Dicono che tuo figlio sia troppo taciturno e introverso? Con tutta probabilità sarà riflessivo e avrà un buon rapporto con se stesso.
Dicono che tuo figlio sia troppo testardo e indisciplinato? Può essere invece segno di decisione e forza interiore.
I bambini non sono esemplari difettosi, non sono nati per conformarsi a modelli e spesso le loro presunte debolezze si rivelano essere punti di forza.


FIGLI IMPERFETTI
Come riconoscere i punti di forza nei difetti dei nostri figli


Presentazione all’edizione italiana di Matteo Bussola

Pagine: 192
Prezzo: € 16,50
In libreria da: 11 ottobre 2018


www.erickson.it


 

Download

“Troppo. È la parola chiave di questo libro.
Troppo – o troppo poco – è ciò che ci sentiamo spesso ripetere a proposito dei nostri figli, e che ripetiamo anche noi quando ci troviamo a doverli definire, per affinità o differenza, rispetto a qualcosa. Quel qualcosa sono: le aspettative sociali, le qualità caratteriali, gli obiettivi educativi, ma sono, soprattutto, le nostre aspettative di genitori.” (Dalla presentazione di Matteo Bussola)


“Figli imperfetti” descrive, tramite argomentazioni ed esempi concreti, le conseguenze che le critiche altrui possono avere sull’immagine e sull’autostima dei bambini e dei ragazzi, sulle loro relazioni con gli altri e sullo sviluppo complessivo della loro personalità.
Secondo l'autrice infatti, i bambini non sono nati per conformarsi a dei modelli, ma devono trovare la loro via e imparare a considerare in modo flessibile il proprio carattere e la propria personalità. A tal fine essi devono essere sostenuti nei loro punti di forza, e non criticati per i loro difetti.


Heidemarie Brosche, dopo una carriera di insegnante in scuole primarie e secondarie, nel 1988 inizia un’intensa attività come scrittrice di libri e contributi su riviste.
È autrice di numerosissimi testi: libri per bambini, romanzi per preadolescenti, testi scolastici per la scuola primaria, manuali sull’educazione e libri rivolti ai genitori di bambini con problematiche educative. Per la Kösel Verlag ha pubblicato nel 2008 il libro Warum es nicht so schlimm ist, in der Schule schlecht zu sein (Perché non è poi così grave andare male a scuola).