Erickson: Nel 40° anniversario della Legge Basaglia, il libro "Chissenefrega dei matti"

Prefazione all’edizione italiana di Peppe Dell’Acqua, psichiatra, collaboratore di Franco Basaglia, già direttore del Dipartimento di salute mentale di Trieste


CHISSENEFREGA DEI MATTI
Il caos e lo strazio della salute mentale
di Ron Powers


Pagine: 370
Prezzo: euro 18,50
In libreria da: 8 maggio 2018


www.erickson.it

Download

“Questo è il libro che mi ero ripromesso di non scrivere mai. Ho mantenuto l’impegno per un decennio da quando nostro figlio minore Kevin si è impiccato nel seminterrato di casa, una settimana prima del suo ventunesimo compleanno nel luglio 2015, dopo avere lottato per tre anni contro la schizofrenia.”

Si apre con queste parole il libro del Premio Pulitzer Ron Powers che, scavando negli abissi della psichiatria, ricostruisce una storia sociale che si intreccia alla storia familiare dell’autore, della moglie e dei loro due figli brillanti e vivaci, affetti entrambi da schizofrenia.

Per scrivere questo libro Powers ha dovuto documentarsi, scoprendo realtà molto differenti, teorie contrastanti sulla malattia mentale e sui trattamenti, politiche e investimenti di risorse inconfrontabili. In alcuni Paesi si cerca di fare a meno delle grandi istituzioni, in altri i manicomi sono stati chiusi, in altre ancora l’esclusione delle persone con disagio mentale è ancora significativa. Il suo “sapere incondizionato” nato dal fuoco del coinvolgimento estremo, dell’esperienza quotidiana, dei conflitti, delle disillusioni, dei fallimenti e degli insperati successi si è scontrato con il “sapere condizionato” dell’osservazione distante e oggettiva dei ricercatori, dei farmacologi, dei professionisti: un corpo a corpo estenuante, una ricerca puntigliosa, un bisogno di parole chiare. Un libro prezioso.

Ron Powers, premio Pulitzer per il giornalismo di inchiesta (Chicago Sun-Times, 1973), vincitore di un Emmy Awards per la TV (CBS, New Sunday Morning, 1985), è autore di articoli e libri e coautore del bestseller “Flags of our Fathers”, da cui è stato tratto l’omonimo film diretto da Clint Eastwood. Vive nel Vermont.“Questo è il libro che mi ero ripromesso di non scrivere mai. Ho mantenuto l’impegno per un decennio da quando nostro figlio minore Kevin si è impiccato nel seminterrato di casa, una settimana prima del suo ventunesimo compleanno nel luglio 2015, dopo avere lottato per tre anni contro la schizofrenia.”

Si apre con queste parole il libro del Premio Pulitzer Ron Powers che, scavando negli abissi della psichiatria, ricostruisce una storia sociale che si intreccia alla storia familiare dell’autore, della moglie e dei loro due figli brillanti e vivaci, affetti entrambi da schizofrenia.

Per scrivere questo libro Powers ha dovuto documentarsi, scoprendo realtà molto differenti, teorie contrastanti sulla malattia mentale e sui trattamenti, politiche e investimenti di risorse inconfrontabili. In alcuni Paesi si cerca di fare a meno delle grandi istituzioni, in altri i manicomi sono stati chiusi, in altre ancora l’esclusione delle persone con disagio mentale è ancora significativa. Il suo “sapere incondizionato” nato dal fuoco del coinvolgimento estremo, dell’esperienza quotidiana, dei conflitti, delle disillusioni, dei fallimenti e degli insperati successi si è scontrato con il “sapere condizionato” dell’osservazione distante e oggettiva dei ricercatori, dei farmacologi, dei professionisti: un corpo a corpo estenuante, una ricerca puntigliosa, un bisogno di parole chiare. Un libro prezioso.

Ron Powers, premio Pulitzer per il giornalismo di inchiesta (Chicago Sun-Times, 1973), vincitore di un Emmy Awards per la TV (CBS, New Sunday Morning, 1985), è autore di articoli e libri e coautore del bestseller “Flags of our Fathers”, da cui è stato tratto l’omonimo film diretto da Clint Eastwood. Vive nel Vermont.