Alessandro D'Avenia in Sardegna con tre appuntamenti: dal 23 al 25 giugno

CAGLIARI VENERDI’ 23 GIUGNO DALLE ORE 15
l’autore incontra i lettori per il firma copie
Libreria Ubik 


CAGLIARI, SABATO 24 GIUGNO ORE 21
L’ARTE DI ESSERE FRAGILI A TEATRO
nell’ambito del FESTIVAL ENTULA

Racconto teatrale di e con Alessandro D'Avenia
Regia di Gabriele Vacis
Disegno illuminotecnico e sonoro di Roberto Tarasco

Teatro Massimo Viale Trento 9
(ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria su http://eventbrite.it)


OLBIA, DOMENICA 25 GIUGNO ORE 21
PRESENTAZIONE DEL LIBRO “L’arte di essere fragili. Come Leopardi può salvarti la vita” (Mondadori) nell’ambito della Rassegna “Sul filo del discorso”
In Piazzetta Dionigi Panedda

Download

Il poeta più amato dai ragazzi – e non solo – raccontato da uno scrittore
capace di toccare il cuore di tutti i lettori


Alessandro D’Avenia dialoga con adolescenti e adulti, studenti e professori, chiedendo in prestito le parole a Giacomo Leopardi. Un sorprendente viaggio che si sviluppa in tre tappe: le inquietudini dell’adolescenza, le prove della maturità, la conquista della fedeltà a se stessi, accettando debolezze e fragilità e imparando l’arte della riparazione della vita.

Nei versi senza tempo di un poeta spesso frettolosamente liquidato come pessimista e sfortunato, Alessandro D’Avenia trova folgorazioni e provocazioni, nostalgia ed energia vitale, il rapimento della natura e lo sconvolgimento della passione. E ne trae lo spunto per rispondere ai tanti e cruciali interrogativi che da molti anni si sente rivolgere – in aula, come nelle affollatissime presentazioni dei suoi romanzi – da ragazzi di ogni parte d’Italia, tutti alla ricerca di se stessi e di un senso profondo del vivere. D’Avenia lancia una sfida a loro e ai lettori di tutte le età: Leopardi ha trovato nella poesia la sua ragione di vita, che gli consentì di cantare la vita benché non fosse stata generosa con lui, qual è la passione in grado di farli sentire vivi? Ogni stagione della vita è interpretata attraverso una coppia di poesie, rilette con la sensibilità, la consapevolezza e la forza comunicativa dello scrittore e del professore: L’infinito, A Silvia, La Ginestra... Un viaggio esistenziale ad alto tasso poetico e una rilettura appassionata di Leopardi, non poeta del pessimismo e del ripiegamento ma piuttosto della nostalgia, dell’inesausta tensione al superamento di sé, perché la carenza di felicità dei nostri tempi è spesso solo carenza di destini.


L’ARTE DI ESSERE FRAGILI è anche un racconto teatrale di e con Alessandro D'Avenia.
Regia di Gabriele Vacis, disegno illuminotecnico e sonoro di Roberto Tarasco.