Dedica 2017 allo scrittore svedese Björn Larsson (Iperborea)

Lo scrittore svedese Björn Larsson è il protagonista della prossima edizione di “Dedica”, che si terrà a Pordenone dall’11 al 18 marzo 2017

Download


Dedica, la rassegna monografica curata dall’Associazione Thesis – e definita da Claudio Magris “la più bella, la più autentica, la più intelligente e creativa iniziativa e istituzione fra quelle riservate in Italia alla letteratura senza confini di alcun genere” - ha scelto di approfondire l’opera di un autore tra i più amati in Italia, che ha avuto anche il grande merito, attraverso i suoi libri – tutti pubblicati da Iperborea –, di aiutare a colmare la distanza culturale con la Svezia molto prima dell’invasione di thriller made in Scandinavia.


“Filologo e traduttore, Björn Larsson – lo ritrae il curatore dell’edizione 2017, Claudio Cattaruzza – è un personaggio dalla vita alquanto singolare: spirito libero, per sette anni ha vissuto con la moglie a bordo della sua barca a vela, il Rustica, navigando nell’Atlantico e nel Mare del Nord, perdendosi senza tempo, condizione dalla quale gli deriva una certa idea di mondo e di libertà, intesa sia a livello individuale che come bisogno collettivo. È un autore la cui finzione è sempre intrisa di realtà, e che ha avuto la capacità di immaginare scenari futuri che abbiamo poi visto prendere forma.”


Dedica mantiene intatta la sua originale formula: qualità, originalità e il valore immenso e raro, al giorno d’oggi, dell’approfondimento su un singolo autore. “Una cifra che ne fa non solo un evento di eccellenza fra le manifestazioni culturali del Friuli Venezia Giulia – sottolinea il presidente dell’associazione Thesis Antonino Frusteri - e prezioso patrimonio culturale per la città di Pordenone, ma un unicum nel panorama letterario nazionale”.
Dialoghi, conferenze, teatro, cinema, musica, con il protagonista del festival e con personaggi legati al suo mondo che si daranno appuntamento a Pordenone: Dedica seguirà ancora una volta questo percorso.


La rassegna, promossa dall’Associazione Culturale Thesis di Pordenone, è sostenuta in particolare dalla Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, dal Comune di Pordenone e dalla dalla Fondazione Crup, cui si aggiungono altri soggetti privati.


BIBLIOGRAFIA E PREMI
Tra i titoli di maggior successo di Larsson, tutti pubblicati in Italia da Iperborea:
La vera storia del pirata Long John Silver (1998),
Il Cerchio Celtico (2000),
Il porto dei sogni incrociati (2001),
L’occhio del male (2002), La saggezza del mare (2003),
Il segreto di Inga (2005),
Bisogno di libertà (2006),
Otto personaggi in cerca (con autore) (2009)
I poeti morti non scrivono gialli (2010),
L'ultima avventura del pirata Long John Silver (2013),
Diario di bordo di uno scrittore (2014),
Raccontare il mare (2015).
Per la sua attività Björn Larsson ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra o quali in Italia il Premio Grinzane Biamonti, il Premio Elsa Morante, il Premio Internazionale Cultura del Mare, il Premio Boccaccio Europa e il prestigioso Prix Médicis in Francia


I “DEDICATI” DELLE  EDIZIONI PRECEDENTI
Giunta alla 23.a edizione, la manifestazione ha esordito con protagonisti del teatro di ricerca (nel 1995 la Compagnia Teatrale I Magazzini, nel 1996 Cesare Lievi, nel 1997 il Laboratorio Teatro Settimo, per poi passare nel 1998 a Moni Ovadia, nel 1999 a Claudio Magris, nel 2000 a Dacia Maraini, nel 2001 ad Antonio Tabucchi, nel 2002 ad Amin Maalouf, nel 2003 a Vassilis Vassilikos, nel 2004 ad Assia Djebar, nel 2005 a Paco Ignacio Taibo II, nel 2006 ad Anita Desai, nel 2007 ad Amos Oz, nel 2008 a Nadine Gordimer (Premio Nobel), nel 2009 a Paul Auster, nel 2010 a Hans Magnus Enzensberger, nel 2011 a Cees Nooteboom, nel 2102 a Wole Soyinka (Premio Nobel), nel 2013 a Javier Cercas, nel 2014 a Tahar Ben Jelloun, nel 2015 a Luis Sepúlveda, nel 2016 a Yasmina Khadra.