Festivaletteratura: Apre oggi la biglietteria del festival

Apre la biglietteria della ventesima edizione di Festivaletteratura: da oggi presso la Loggia del Grano della Camera di Commercio di Mantova (via Spagnoli), tutti coloro che vorranno prendere parte alla manifestazione, che si terrà a Mantova dal 7 all’11 settembre (e all’anteprima del 3 settembre), potranno prenotare e acquistare i biglietti a partire dalle 9.00 di oggi.

Download

Oltre che presso la biglietteria, sarà possibile prenotare i biglietti anche chiamando il numero 0376.355420 e attraverso il sito internet www.festivaletteratura.it specificando nome, cognome, comune di residenza e numero di telefono per ricevere comunicazione su eventuali variazioni relative agli eventi prenotati.


Si aggiunge al programma annunciato Daniel Pennac che interverrà alla Festa dei 40 anni di Bar Sport con Stefano Benni domenica 11 settembre.
Purtroppo non saranno presenti per motivi di salute Amin Maalouf e Senel Paz (in allegato le variazioni al programma del Festival).


AL VIA L’ANTEPRIMA DEL FESTIVAL CON JONATHAN SAFRAN FOER E LA GRAN PARATA DEI VOLONTARI
Sabato 3 settembre inaugura l’anteprima del Festival Jonathan Safran Foer insieme a Marcello Fois (l’evento è stato trasferito nella più capiente cornice di piazza Castello). Domenica 4 settembre appuntamento invece per le migliaia di volontari che in questi venti anni hanno reso possibile il Festival, con la gran parata per le vie del centro storico accompagnati dalla Banda Città di Mantova.


GIRANDO PER FESTIVALETTERATURA TRA GLI EVENTI GRATUITI
Per chi arriva a Mantova e vuole concedersi il tempo e il piacere di guardarsi un po' in giro, senza aver prenotato, Festivaletteratura offre molte occasioni curiose e gratuite. Quest’anno la Biblioteca elegante mostrerà al pubblico i capolavori trascurati che i grandi scrittori della letteratura italiana di ‘800 e ‘900 hanno dedicato alla seduzione della moda, accompagnati da un ricco calendario di appuntamenti e dai reading della Compagnia della Lettura. Continuano poi gli “intermezzi”, che sono una serie di performance, eventi brevi e installazioni in grado di soddisfare gli interessi più diversi. Ma per le piazze del Festival c'è molto di più: la Tenda Sordello e la Tenda dei Libri ospiteranno gli “accenti” (interventi degli autori presenti Festival), le “parole del cibo” (per dar vita a un nuovo vocabolario da usare in cucina), “una città in libri” (quest'anno dedicata a Alessandria d’Egitto). Le librerie di scambio (in cui si puo’ prendere un libro lasciandone uno diverso) torneranno quest’anno a Palazzo Castiglioni all’interno del punto relax, sede anche degli appuntamenti degli scrittori ospiti su Il libro dei (miei) vent’anni. E ancora: le Lavagne in piazza Mantegna, il Punto informativo sulle migrazioni in Piazza Erbe, the reading circle dei gruppi di lettura delle biblioteche, le interviste dei volontari agli scrittori ospiti nei blurandevù .
Inoltre il pubblico potrà condividere e sperimentare i risultati dell’officina di prototipi – quest’anno sulla scrittura automatica - grazie a postazioni presenti in tre luoghi della città (piazza Sordello, piazza Leon Battista Alberti e piazza Martiri di Belfiore).


Tutte le informazioni e le variazioni del programma su www.festivaletteratura.it
Hashtag ufficiale: #FestLet